049 8912411
logo mobile egobyte

Mettere il sito in stand-by senza rischi

Seo
alt

Ci sono momenti nei quali si ha bisogno di mettere fuori visibilità il proprio sito web, ad esempio per una manutenzione, un cambio grafica, un intervento importante sul codice o sul server. Quando si effettua questa operazione, sarebbe utile inserire un pop-up o un messaggio sul sito che avverta gli utenti del momentaneo disservizio. Il problema, è che Google indicizzerà il messaggio, sopratutto se il sito dovrà stare in manutenzione varie ore o giorni. Bisogna evitare quindi che Google, indicizzi i messaggi che risulteranno poi visibili nella SERP.

Ci possono essere varie strade da intraprendere, ma la migliore agli "occhi di Google" è quella di creare una pagina temporanea con la descrizione di manutenzione, facendo restituire al server un errore 503 (servizio non disponibile), questo perchè i contenuti riguardanti gli errori HTTP 503 non vengono indicizzati da Google, il quale manterrà l’indicizzazione presente prima del down.

Spegnere un server senza compromettere l’indicizzazione.

Analogamente il problema potrebbe presentarsi se dobbiamo spegnere per forza una macchina dove all’interno ci sono dei siti internet pubblici ed indicizzati.

Qui le cose da fare sono un pò di più complesse, ma il risultato è il medesimo, cioè quello di evitare che google indicizzi messaggi errati.

Procediamo così:

  • Abilitiamo un server temporaneo con una copia del sito dove dovremmo impostare un DNS e girare il traffico.
  • Impostiamo il TTL DNS del server da spegnere con un time limit intorno ai 5/10 minuti ed un paio di giorni in avanti. Il TTL è il tempo ritenuto valido di un dato su un server prima che si aggiorni.
  • Impostiamo il DNS sull'indirizzo IP del server temporaneo. Attendiamo che avvenga il puntmento.
  • A questo punto spegnamo il server vecchio, facciamo i lavori che dobbiamo fare tipo pulizia formattazione ecc. ecc.
  • Riportiamo il server on-line e ripassiamo il DNS su di esso
  • Modifichiamo suovamente il TTL portandolo alla normalità.

Google a questo punto non si è accorto del cambio macchina perchè il TTL del DNS era impostato con un time limit spostato in avanti.

Ovviamente questa operazione è possibile avendo accessi completi sul server ed in casi molto particolari quando si devono fare operazioni impostanti su una macchina senza perdere l’indicizzazione dei siti presenti su di essa.

Top